Cerca

Stress o Burnout? Ecco 7 campanelli di Allarme

Aggiornato il: 27 ago 2019

Quando la stanchezza cronica preannuncia un esaurimento, è bene tenere gli occhi aperti sui segnali per fermarsi in tempo.


#careercoaching #stress #burnout


E’ possibile prevenire il burnout? Come possiamo capire quando la situazione è diventata troppo pesante per noi da reggere?


Una situazione di carico eccessivo di lavoro e stress, può comportare ricadute patologiche se non si è attenti a monitorare in tempo alcuni segnali di allarme.


Per capire e affrontare efficacemente le situazioni, è sempre cosa buona confrontarsi con un professionista esperto. Infatti, un aiuto esterno può mettere in luce alcuni aspetti dell'ambiente di contesto lavorativo che non sono positivi o equilibrati, e che minano la serenità della nostra giornata. Ad esempio: carico di lavoro e orari eccessivi, carico di responsabilità sproporzionato al ruolo, mancanza di pause di recupero, varie.

Ai segnali di “disfunzione” esterna che possiamo trovare nell’ambiente di lavoro, si aggiungono alcuni segnali di allarme che manda il nostro corpo, e alcuni cambiamenti “anomali” che pian piano possiamo riscontrare nel nostro stile di vita.


Ecco di seguito alcuni esempi.


1 - Dolori localizzati, sfoghi cutanei, malessere


Avere mal di testa/ mal di pancia/ mal di schiena/ dolori localizzati che solitamente non abbiamo e che all’improvviso ci colpiscono, apparentemente senza motivo.


In effetti, se non siamo noi stessi a trovare una valvola di sfogo per lo stress (ad esempio uno sport o un’attività ricreativa), è il nostro corpo a trovare da solo la sua valvola di sfogo.


Quindi, spesso e volentieri capita che una parte del corpo venga bersagliata e diventi lo sfogo dello stress. Via libera a dolori articolari, mal di schiena, mal di testa cronico, dermatiti e via dicendo.


2 - Avere improvvisi attacchi di ansia e panico


Gli attacchi di ansia e panico possono capitare a tutti, e non bisogna averne paura. Possono essere semplicemente il sintomo di un periodo particolarmente difficile.

Fondamentalmente, sono un segnale di sfogo e non dovremmo caricarli di eccessiva attenzione. Può essere che se ne vadano in fretta così come sono arrivati.


Tuttavia, se diventano continui e ricorrenti, e ci impediscono di vivere serenamente il quotidiano, dobbiamo fare una riflessione per capirne la causa, magari con l'aiuto di uno specialista.


Infatti, tra gli altri, possono essere il segnale di un imminente esaurimento da stress.


3 - Non riuscire più a dormire serenamente


La qualità del sonno è un indice molto importante del nostro stato di salute e del nostro equilibrio.

Può capitare di avere periodi in cui dormire è più difficile. Ma se siamo in una fase di lavoro prolungata e stressante, e ci accorgiamo di non riuscire più a dormire bene, fermiamoci per riflettere sul nostro stato di salute.


4 - Sentirsi sempre stanchi e senza energia


Essere costantemente senza energia, e avere una stanchezza cronica, può essere indice di una situazione di stress eccessivo e critico.


5 - Non avere più stimoli al di fuori del lavoro


Non avere voglia di uscire con amici/ fidanzati/ famiglia, in particolare durante la settimana lavorativa; non coltivare altri interessi perché non abbiamo tempo e modo di farlo, o non ne abbiamo voglia.


6 - Non riuscire a seguire la propria vita privata con il giusto interesse


Rimandare cose fondamentali (ad esempio visite mediche) perché il lavoro non ci consente di farle.


7 - Non riuscire a concentrarci e ad essere produttivi nel lavoro


Essere talmente stanchi che non riusciamo più a mantenere la concentrazione e a svolgere il nostro lavoro con la dovuta accortezza.



Se capitano queste situazioni in modo cronico, cioè non “una tantum” ma di continuo, il corpo e il nostro stesso stile di vita ci stanno segnalando che non stiamo bene.

Il consiglio è di prendere il tempo che ci serve per fermare tutto e guardare solo alla nostra salute, mettendola al primo posto. Prendiamoci un po’ di ferie, e riposiamo.


Se non dovesse essere sufficiente, valutiamo di parlarne con un medico o con un professionista della salute mentale. Molto spesso, situazioni come queste vengono prese sotto gamba, e affrontate solo quando ormai è tardi.



Sono Debora Spaliviero, Consulente nell'ambito delle Risorse Umane e Career Advisor individuale.

Mi piace affiancare le persone e supportarle nel raggiungere i propri obiettivi di carriera, rilanciando in avanti il percorso professionale.

Se il mio articolo ti è stato utile, visita questo mio sito SvoltaJob e seguimi nelle pagine social Facebook, Instagram e Linkedin.

SvoltaJob di Debora Spaliviero 

P.IVA 04949990263

info@svoltajob.com

Privacy & Cookie Policy

  • Instagram - Bianco Circle
  • LinkedIn - Bianco Circle
  • Facebook - Bianco Circle